Se

Se fossimo in Suriname e un giovane non uscisse vivo dalla sua prigione perché privato di acqua, cibo e tutela, etichetteremmo quel paese come incivile

Se fossimo in Togo e il suo Presidente strappasse diritti a chi da sempre lotta a testa alta, sanguinante e ferita, additeremmo quel Presidente come sopraffattore

Se la Birmania chiudesse le frontiere e impedisse a esuli, naufraghi, migranti di trovare aria nuova da respirare, verrebbe definita come ipocrita

Se giovani moldavi venissero derubati del loro futuro, e se il ladro lasciasse nelle loro tasche rotte un presente incerto, questo ladro, moldavo, sarebbe lapidato a colpi di insulti

Se fossimo in Oman e le sue forze dell’ordine abusassero del loro potere come dei loro manganelli senza motivo, sulle vite ribelli di chi non ha paura del dolore, quelle forze verrebbero ricoperte di vergogna altrui

Ma siamo in Italia e non abbiamo il coraggio di guardarci allo specchio perché il riflesso ci accecherebbe.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s