Ci penso

Penso spesso a cosa farò una volta tornata in Italia, manca poco ormai. Quando succede, mi assento da questo mondo e divento un miscuglio di sentimenti, un turbine di emozioni. Mi sento una lavatrice con l’oblò aperto durante la centrifuga. Ogni tanto sputo fuori qualcosa. Un ricordo, una lacrima, un sorriso, una speranza.
Vorrei godere la giornata come l’Africa mi ha insegnato a fare, vorrei vivere di attimi come le eterne poesie, vorrei vivere di sorrisi come voi mi chiedete, vorrei udire il silenzio dei sordi e scorgere la luce dei ciechi.

Un vetro appannato, la luna piena e la mia mano che ricama una cornice attorno a essa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s