Manca profondità

Ancora una volta mi rifugio nella scrittura per dare pace alla mia anima inquieta. Questa storia sta stravolgendo le mie certezze, i miei sogni, la mia esistenza.
Mi sembra che una slavina di maldicenze e di bugie mi stia travolgendo. Sto cercando di riemergere ma non ne ho le forze.
Il mio castello sta per essere spazzato via dai parassiti cresciuti in seno ad esso. Dall’interno.
Provo una sensazione di sconforto, di rabbia, di delusione.
Faide interne, parole sussurrate, armi taglienti brandite per difendersi. Non ci si accorge che dobbiamo solo difenderci da noi stessi, dalla nostra paura, dai nostri rimorsi.
Scontri generazionali, di ideali, di priorità, di impegno.
C’è qualcosa che mi sfugge. O forse mi sto flagellando troppo nella ricerca di una risposta che ora non posso trovare.
Perdiamo lucidità, non abbiamo futuro né speranza. La prospettiva è inesistente. Viviamo in un mondo bidimensionale. Manca la profondità. Il diaframma non riesce a chiudersi, troppa roba in mezzo che gli impedisce di stringersi attorno al punto focale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s