Immagina (parte seconda)

Immaginiamoci noi due, distesi l’uno accanto all’altra. Per la prima volta.
Tu mi guarderai respirare. Sorriderai con me, che non saprò di farlo. Mi accarezzerai i capelli e la pelle ambrata. Poi ti addormenterai anche tu, ma prima di lasciare spazio al sonno, mi ruberai ancora un po’ di anima nuda, anima che si lascerà portare via dal tuo desiderio.

Poi io mi sveglierò. Preparerò il caffé. Te lo porterò a letto. Il caffé è un vizio, uno dei tanti che ci concederemo.
La stanza, le lenzuola, la bocca sapranno di noi. Ci sarà ancora un noi. Saremo riusciti a farlo nascere, crescere, vivere.
Tu scolerai velocemente il caldo liquido, mentre ti lascerai accarezzare dal mio sguardo che si posa sui dettagli, per la prima volta liberi davanti ai miei occhi.
Poi appoggerai con cura la tazzina per terra, senza far rumore. Il silenzio è nostro complice.
Mi accoglierai tra le tue braccia come l’acqua con i suoi frutti di mare.
Mi amalgamerò al tuo corpo, mi spalmerò sulla tua pelle.
Mi farò baciare ancora e ancora, per soddisfare la voglia che mi avrà tenuto compagnia in quei mesi.

Immaginiamoci di non aver più paura, di non temere più i baci veri.
Non penseremo più di non meritarci tanta felicità. Non penseremo più che l’amore sia un’emozione evitabile.

Immaginiamo che tutto questo sia un sogno. Noi saremo il frutto di quel sogno. Noi saremo l’ultima rosa e lo spazio bianco che si uniscono in un qualcosa di imperfetto ma unico e speciale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s