Io e… (polveri dall’Italia)

Io e la mia sorellina che piangiamo all’aeroporto, mentre la gente ci guarda imbarazzata e le nostre lacrime bagnano il giubbino dell’altra.
Io e il mio papà, mentre mi cucina le verdure alla griglia pensando: “Come avrò fatto a trovarmi due figlie vegetariane…”
Io e la mia mamma che ci gustiamo una piadina, che facciamo colazione insieme e che parliamo “delle ragazze”.
Io e te, che ci incontriamo per un aperitivo in un bar anonimo, che diventerà speciale, perchè sarà l’alcova del nostro primo appuntamento.
Io e le mie “nipotine” Asia e Gaia, mentre cercherò di far ben presente a loro e ai rispettivi genitori che sono e sarò la zia africana che le istigherà a scoprire nuovi orizzonti fin da piccole.
Io e le mie nonne, mentre le ascolto e mi ascoltano.
Io e le mie zie, che mi viziano con cenette stupende.
Io e i miei zii che, come tutti gli uomini che mi circondano e mi vogliono bene, mi prendono in giro.
Io e lo squadrone dei miei cugini che mi chiamano Frency, che mi illuminano con i loro racconti, i loro sogni, le loro vite.
Io e lo SVI, tra una riunione e una birra. Condivisione, passione, sentimento.
Io e la Karamoja, che mi manca.
Io e i miei stregoni, che mi spingono al di là di ogni mia immaginazione.
Io e me stessa, mentre ascolto la musica, leggo sul treno, vado in edicola, mi gusto gorgonzola e gelato.
Io e i miei quaderni, gli appunti, le fotografie scattate per fissare gli istanti, per ricordarli, per riviverli ogni volta che sentirò la loro mancanza.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s