Tratto da “Germogli africani”, di Bonomo, Bronzini e Piazza

La diversità fra le due situazioni era evidente: mentre i karimojong di Kaabong apparivano una delle popolazioni più tradizionali dell’Africa, vestendo pelli di vacca, a Namalu pur avendo perso tutto, la gente appariva vestita all’occidentale, persino con le scarpe… in realtà era vera povertà: proprio dai vestiti e suppellettili moderne ricevute con le donazioni, si capiva che a Namalu tutto era andato perduto. Ciò che poteva apparire come ricchezza rivelava la distruzione e la dipendenza dall’aiuto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s