Mi lancio

Ho deciso di buttarmi. Ho avuto esperienze uniche e irripetibili, nella mia vita, mi manca il lancio nel vuoto. Qualche decina di metri di pura follia. Poi, l’adrenalina. Come quella che provo quando vado in moto col mio babbo, come quella che sento quando bacio qualcuno per la prima (e la seconda e la terza) volta.
Sotto di me un’assenza densa di vita. Di una vita che si crea ai margini del baratro, una vita che sa di storia, di sentieri nascosti, di slavine, di emozioni, di amore.
Le punte dei miei piedi sfidano, audaci, il vento. Sono in bilico su una passerella. Mi sono lasciata alle spalle le barriere di protezione. C’è un elastico che mi dovrebbe salvare dall’inevitabile schianto ma in questo momento non lo sento. È come se non esistesse. Un’altra assenza. Inconsapevolmente cerco di sottrarmi al volo e tento di trovare più contatti possibili con la solidità a cui ho rivolto spavaldamente le spalle. L’illusione di poter indietreggiare, spinge i miei piedi a spalmarsi sulla balaustra, portandosi dolorosamente dietro il piombo della paura.
Mi butto senza sapere, senza pensare, senza respirare. Trattengo il fiato, come se fossi sott’acqua. Sono in apnea.

Ora respiro. E una gelida lacrima bagna la pelle. Ho sentito. Ho provato. Mi sono buttata e sono sopravvissuta.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s