Paura nuda

Lo senti nelle narici. Ti penetra nei polmoni, poi nello stomaco come un liquido denso e salato. Poi sale, sotto forma di gas, fino al cervello, che si lascia avvolgere senza lottare.

La mente mente. E ci trasformiamo in quello che non siamo.

Lo annuso, l’odore di paura. Sa di sangue e vita.

Paura di sbagliare, di illudersi, di amare, di vivere.

 

 

Sono stanca di essere me stessa, ho paura di me stessa.

 

Ho realizzato che pensare a cosa ne sarà di me mi fa talmente paura che non riesco a farlo.

 

Ho paura, mi viene voglia di scappare da questa sensazione di benessere che non credo di meritare e in cui non mi sento a mio agio.

 

Sto scappando perchè ho una paura folle. Mio chiudo nel mio silenzio che mi fa stare bene. Fingo di aver qualcosa da dire e ascolto, come se m’interessasse qualcosa.”

 

Mi spoglio, tolgo il velo nero che fascia il mio cuore.

Mi guardo allo specchio. I miei occhi gridano pietà, perdono. La mia bocca si bagna di lacrime. Mi tocco l’anulare sinistro, da un po’ di tempo leggero, nudo. Anch’esso.

 

Ora sono libera. Ora sono nuda. Ora non ho più paura.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s