Oggi parliamo d’altro

Spesso i miei racconti raccontano di storie più o meno reali, di me, di come vorrei essere e dei miei sogni, delle mie esperienze personali e dei miei problemi che in alcuni momenti sovrastano tutto il resto.
Mi sono sempre interessata di politica, di ingiustizie, di diritti umani, di donne, di economia, di libri, di film, di storia, di geografia, di streghe e fate, di viaggi e di molto altro. Ma oggi vorrei parlare della cosa che più mi appassiona, mi forma, mi fa crescere e conoscere, mi apre il cuore e la mente, mi ispira e mi dà la forza per andare avanti: il mio lavoro.
Difficile da definire, da etichettare e da spiegare, ma così appassionante e coinvolgente che riempie le mie giornate e il vuoto che mi porto dentro.
Ci occupiamo di agricoltura, agro-forestry, conservazione ambientale, miele e tanto altro. Lavoriamo con scuole (e quindi insegnanti, alunni e genitori di questi ultimi), agricoltori, vivaisti e apicoltori.
Quando qualcuno mi chiede in cosa consiste il mio lavoro, sorrido e rispondo che la mia occupazione principale è camminare. È un cammino verso le persone, attraverso i plot dimostrativi, osservando ciò che è stato fatto in questi quindici anni di presenza SVI e godere dei frutti di ciò che è stato seminato da chi mi ha preceduto. Il mio lavoro è anche incontrare, confrontarmi, parlare e ascoltare. Sto imparando molto qui in Karamoja. Sono sempre l’ultima, ma anziché demoralizzarmi questa mia situazione mi stimola a dare di più. Le persone con le quali mi confronto quotidianamente aprono i miei orizzonti, mi fanno sentire piccola e impreparata e per questo li ringrazio. Claudio vive in Uganda da quindici anni, è stato il primo volontario SVI a Iriir, ha aperto questo progetto che chiuderà nei prossimi tre anni e la sua presenza è per me una garanzia, una sicurezza, un pilastro sul quale so di poter contare sempre. Poi ci sono Fabio e Fausto, i miei “fratelli maggiori” che oltre a insegnarmi le cose pratiche delle attività, sono dei grandi amici e confidenti senza i quali mi sentirei molto più sola. Ci sono poi i nostri animatori di villaggio, karimojong che seguono tutte le attività con esperienza e passione. Sono dei personaggi interessanti, aperti e divertenti. E poi ci sono tutte le persone che mi stringono la mano, mi sorridono, mi accolgono nelle loro case, nei loro giardini, nelle loro famiglie.
Ecco. Questo è il mio lavoro, o meglio una parte di esso. Ci sono anche la contabilità, le riunioni, i soldi, i conti, le relazioni, la burocrazia, i visti, le mail, gli articoli, le telefonate, ma queste sono cose meno interessanti, seppur altrettanto importanti. Magari di queste cose ne parlerò un’altra volta…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s